Il trucco degli chef per patatine croccantissime da leccarsi le dita

Per prima cosa pulite e lavate le patate.
Poi, e questa è una fase fondamentale, vanno tagliati con attenzione. Per un taglio perfetto è meglio utilizzare una mandolina o un’affettatrice. Se non ne avete uno, usate un coltello affilato per tagliare delle fette di media grandezza, non più spesse di 1 centimetro. Ogni fetta viene poi tagliata a bastoncini.

Mettete le patatine in una ciotola con acqua fredda. Lasciarli così per 20 minuti per eliminare l’amido in eccesso. Poi toglieteli e asciugateli con un panno pulito.
Quindi versare generosamente uno strato di olio nella padella. Scaldare e aggiungere i bastoncini di patate.
Lasciare così fino a quando le patatine saranno dorate, circa 5 minuti. Non esitate ad aggiungere qualche spicchio d’aglio, li renderà ancora più gustosi!

Toglieteli dalla padella, adagiateli su carta assorbente e lasciateli raffreddare lentamente prima di rimetterli nell’olio caldo. Ci vorranno solo pochi minuti. Osservateli e noterete subito la doratura ben dosata (attenzione a non farli annerire!). Una volta pronte, scolatele e rimettetele su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Le vostre patatine saranno morbide dentro e croccanti fuori.

Quale olio per le patatine croccanti?
L’olio di arachidi o qualsiasi altro olio vegetale leggero è l’ideale per preparare le migliori patatine fritte fatte in casa. Ti dà quella crosta croccante che a volte ti manca.

Lascia un commento